terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

13 febbraio 2013

top_colonna1

Stampa

L’Albo Nazionale degli Allevatori di Api Italiane

di Santi Longo

Il Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il 30 gennaio 2013, ha approvato il Disciplinare dell’Albo degli Allevatori di Api Italiane, istituito con D.M. n. 21547 del 28.5.1999, come Albo Nazionale degli allevatori di Api Regine. L’Albo, la cui funzione-obiettivo è il miglioramento sotto il profilo allevatoriale e selettivo delle sottospecie di Apis mellifera autoctone, (A. m. ligustica e A. m. siciliana), è gestito dal CRA-API - Unità di ricerca di apicoltura e bachicoltura ex Istituto Nazionale di Apicoltura (INA) che svolge e coordina le attività attraverso il Comitato di gestione (CG) e l’Ufficio centrale (UC), presso gli uffici del CRA-API di Bologna. 
La Commissione Tecnica Centrale determina i criteri e i parametri per la tipizzazione delle sottospecie autoctone allevate in Italia delle quali stabilisce i requisiti funzionali ai fini del miglioramento genetico e per la protezione. Inoltre promuove iniziative per la realizzazione di piani di selezione per la salvaguardia e il miglioramento del patrimonio genetico delle api italiane, definisce indirizzi e parametri biologico-tecnici e igienico sanitari per la conduzione degli allevamenti di api regine anche finalizzati alla produzione di sciami artificiali e/o pacchi d’ape con regine. 
Le modifiche e l’adeguamento del disciplinare dell’Albo, anche attraverso la variazione della denominazione dell’Albo stesso, consentirà di far iscrivere anche gli allevatori di “famiglie di api” oltreché di api regine con conseguente miglioramento degli aspetti comunicativi e divulgativi; con una maggiore ricaduta generale delle attività svolte sugli operatori del settore; con l’incremento dell’interesse generale all’attività specifica e con l’incremento degli iscritti all’Albo. 
Nelle norme tecniche che stabiliscono i requisiti per l’ammissione e per il mantenimento dell’iscrizione all’Albo, nonché gli standard delle due sottospecie, è stato inserito l’utilizzo del logo/marchio: mezzo grafico che potrà essere usato dagli iscritti per identificare la loro appartenenza all’Albo.

inter_colonna1
Share |

bottone_invia

Commenti

Dario Vannuzzi - inserito il 13/02/2013

Informiamoci

inter_colonna1
top_colonna3
box_cerca bottom_titolo_box_p bottone_cerca
box_partners bottom_titolo_box_p
  • coltura e cultura
  • agricultura.it
  • agronotizie
  • almanacco delle scienza
  • fresh plaza
  • stilenaturale.com
  • teatro_naturale
  • fertirrigazione
  • il floricultore
  • aset toscana

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits