Olivi di Toscana

di Franco Scaramuzzi
Tutte le attività agricole produttive, anche le più avanzate - e non solo quelle alimentari - cercano oggi di accreditare i legami fra i prodotti, le tradizioni e i territori di origine, evidenziando le antiche basi culturali sulle quali si sono sviluppate ed affermate le proprie tipicità.
Con questi stessi intenti, i Georgofili hanno pubblicato un volume su “Olivi di Toscana”. Si tratta di una pubblicazione di oltre 300 pagine, realizzata con il sostegno dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, della Regione Toscana e della Fondazione Carlo e Giulio Marchi, avvalendosi della collaborazione di 23 Autori, tra i più qualificati Esperti nelle materie riguardanti i singoli capitoli. L’opera illustra ampiamente l’evoluzione della olivicoltura toscana, attraverso la storia, l’arte, la letteratura, ecc., nonché lo sviluppo delle tecniche colturali, fino all’attualità. Il volume è bilingue (italiano e inglese) e con le caratteristiche editoriali dei libri d’arte (Ed. Polistampa). Intende infatti richiamare l’attenzione sui valori della nostra olivicoltura, rivolgendosi anche a tanti stranieri che, visitando la nostra regione, rimangono affascinati dall’olivo e dal suo olio. Desiderano quindi saperne di più e divengono nostri ambasciatori in tutto il mondo. I Georgofili hanno ritenuto, in tal modo, di offrire  un significativo contributo a sostegno culturale della complessiva ed eterogenea realtà olivicola toscana.