OGM: secondo la FAO i paesi dell’Africa meridionale devono aprire alle biotecnologie

Secondo quanto riportato dal portale di “The times of Zambia”, la FAO ha affermato che lo Zambia e altri paesi dell’Africa meridionale dovrebbero accettare di utilizzare organismi geneticamente modificati sul proprio territorio, soprattutto a causa degli avversi cambiamenti climatici.
L’esperto FAO di cambiamenti climatici, Louis Bockel, ha detto che è importante che gli agricoltori si adattino alle nuove tecnologie per sopravvivere alla pressione climatica. “Gli agricoltori dovranno sviluppare nuove varietà di cereali o ibridi. E’ necessario diversificare, guardando a colture più resistenti, a piante che tollerano meglio la siccità”.
Tali dichiarazioni arrivano – sottolinea “The times of Zambia” – esattamente una settimana dopo che il segretario generale del partito al governo, Wynter Kabimba, aveva affermato che lo Zambia non accetterà l’introduzione di OGM perché sono un pericolo per la sicurezza alimentare e per l’ambiente.

Da Agrapress n°11 del 12/04/2012

FOTO: Daniela Isola per gentile concessione di COSPE