terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

10 febbraio 2016

top_colonna1

Stampa

Sicurezza nutrizionale: migliorare si può e si deve

Lo scorso 4 febbraio 2016 si è tenuto nella sede dell’Accademia dei Georgofili un incontro sulla Sicurezza Nutrizionale, promosso dal Comitato consultivo dei Georgofili per gli allevamenti e prodotti animali. L’obiettivo è stato quello di fare chiarezza e rilanciare i prodotti di origine animale, le cui caratteristiche positive (elevato valore nutrizionale, apporto di principi nutritivi fondamentali per lo sviluppo psicofisico e il mantenimento della salute e del benessere dell’uomo) vengono spesso messe in ombra a causa del maggiore rilievo dato a diversi aspetti considerati negativi. 
Alla giornata coordinata dal Prof. Maracchi hanno partecipato il Prof. Vittorio Dell’Orto, il Prof. Giovanni Savoini ed il Prof. Carlo Corino, Ordinari del Dipartimento di Scienze Veterinarie per la Salute, la Produzione Animale e la Sicurezza Alimentare, Università degli Studi di Milano. 
La relazione del Prof. Dell'Orto ha introdotto e discusso i principi fondamentali della Sicurezza Nutrizionale, considerando anche il contesto economico. Le relazioni del Prof. Savoini e del Prof. Corino hanno approfondito nel dettaglio aspetti relativi al ruolo di alcuni nutrienti per la salute dell’uomo, presentando i risultati delle loro ricerche, inquadrate in un contesto internazionale. In particolare, è stato discusso il ruolo della nutrizione animale per la sicurezza nutrizionale del latte (Prof. Savoini) e delle carni suine (Prof. Corino). 
Dalla discussione sono emersi alcuni spunti interessanti di approfondimento. Gli interventi destinati ad elevare la sicurezza nutrizionale per l’uomo molto spesso si traducono anche in un miglioramento della salute dell’animale, permettendo così di ridurre gli interventi terapeutici con evidenti ulteriori vantaggi per l’uomo, vantaggi derivanti dalla riduzione dell’impatto ambientale e dei fenomeni di antibiotico resistenza. E’ inoltre emersa l’importanza non solo di acquisire sempre maggiori conoscenze nell’ambito dei prodotti di origine animale, ma soprattutto la necessità di tradurre le conoscenze in indicazioni concrete per il mondo produttivo e la società civile. Il raggiungimento di tale obiettivo sarà possibile solo con un coinvolgimento di altre figure professionali: medico, addetti alla trasformazione e distribuzione dei prodotti, media. Il medico gioca un ruolo fondamentale e pertanto deve essere a conoscenza delle caratteristiche nutrizionali e funzionali degli alimenti di origine animale nonché delle potenzialità che i produttori animali hanno, in termini di intervento gestionale a livello di allevamento, nutrizione e genetica, per poter  “disegnare” nuovi prodotti migliorandone la sicurezza nutrizionale, in relazione alle esigenze di gruppi di persone con esigenze specifiche e differenti: donna, uomo, anziano, bambino, sportivo. Solo così il medico, anello della catena che unisce il produttore al consumatore, può rappresentare un reale riferimento per una corretta informazione verso il consumatore e verso il produttore suggerendo a quest’ultimo la direzione per una continua attività di miglioramento. 


inter_colonna1
Share |

bottone_invia

Commenti

inter_colonna1
top_colonna3
box_cerca bottom_titolo_box_p bottone_cerca
box_partners bottom_titolo_box_p
  • coltura e cultura
  • agricultura.it
  • agronotizie
  • almanacco delle scienza
  • fresh plaza
  • stilenaturale.com
  • teatro_naturale
  • fertirrigazione
  • il floricultore
  • aset toscana

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits