terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

03 dicembre 2014

top_colonna1

Stampa

Olio di palma, finalmente in etichetta

80%. E’ la quantità di olio di palma che viene utilizzato dall’industria alimentare. E’ presente praticamente ovunque: cereali, biscotti, crackers, gelato, pane a cassetta, dolci industriali. Pochi sanno però che sulle confezioni viene indicato genericamente come olio (o grasso) vegetale. Dal prossimo 13 dicembre le cose cambieranno: una legge europea obbliga a indicare in modo chiaro la presenza dell’olio palma sulle confezioni. Cosa fondamentale per chi volesse evitarlo. Il passo è importante non solo per ragioni di salute (secondo alcuni studi, l’olio di palma contiene un’altissima percentuale di grassi saturi, nocivi per il sistema circolatorio) ma anche ambientali: le piantagioni di palma stanno infatti prendendo il posto di ampie fette di foresta vergine (in Indonesia, ad esempio, si è passati da 168.000 tonnellate di olio prodotto nel 1967 a 16, 2 milioni di tonnellate prodotte nel 2006).


Da: Il Venerdì di Repubblica, 31/10/2014


inter_colonna1
Share |

bottone_invia

Commenti

inter_colonna1
top_colonna3
box_cerca bottom_titolo_box_p bottone_cerca
box_partners bottom_titolo_box_p
  • coltura e cultura
  • agricultura.it
  • agronotizie
  • almanacco delle scienza
  • fresh plaza
  • stilenaturale.com
  • teatro_naturale
  • fertirrigazione
  • il floricultore
  • aset toscana

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits