terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

16 luglio 2014

top_colonna1

Stampa

Aflatossine dal mais al latte: i nodi vengono al pettine

Due scandali di dimensioni a dir poco imbarazzanti hanno investito il comparto lattiero-caseario nazionale. Dopo 5 mesi di indagini, i carabinieri del nucleo antisofisticazione di parma hanno sequestrato oltre 2.400 forme di Parmigiano Reggiano contenenti valori di aflatossina M1 sopra la soglia di legge, mentre nemmeno due settimane prima il Consorzio Latterie Friulane di Campoformido (UD) è stato accusato dai NAS i avere commercializzato latte con valori di aflatossine superiori ai limiti di legge.
Anche se non ci sono prove evidenti, è plausibile che parte della fonte di contaminazione sia il mais del 2012, annata rimasta purtroppo nota per l’elevata presenza di aflatossine. Inutile nascondersi dietro a un dito: per colpa dei soliti “furbetti”, alla fine a farne le spese è la fiducia dei consumatori verso il nostro settore agroindustriale.

Da l’ Informatore Agrario n° 25/2014 (26 giugno-2 luglio)


inter_colonna1
Share |

bottone_invia

Commenti

inter_colonna1
top_colonna3
box_cerca bottom_titolo_box_p bottone_cerca
box_partners bottom_titolo_box_p
  • coltura e cultura
  • agricultura.it
  • agronotizie
  • almanacco delle scienza
  • fresh plaza
  • stilenaturale.com
  • teatro_naturale
  • fertirrigazione
  • il floricultore
  • aset toscana

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits