USA: il salmone OGM è pronto per la tavola

Lo chiamano il “Frankenpesce” e lo allevano sulla terraferma a Panama, in luoghi recintati e sorvegliati, per evitare che possa finire in mare. E’ un salmone dell’Atlantico (Salmo salar) geneticamente modificato per crescere a ritmo vorticoso: un gene estratto dal più massiccio salmone reale aumenta la quantità di ormone della crescita, mentre un gene di un pesce anguilliforme, lo Zoarces americanus, fa sì che la produzione dell’ormone duri tutto l’anno. Risultato: nei primi giorni cresce da 4 a 6 volte più del salmone naturale. Poi rallenta, ma comunque il tempo di produzione dall’uovo al mercato si riduce alla metà. (da Il Venerdì di Repubblica, 8 ottobre 2010)