Si apre l’era degli insetti nel piatto, l’Efsa dà il via libera

L’Europa è pronta a dire sì agli insetti nel piatto. Le tarme della farina allevate ed essiccate potranno essere mangiate senza rischi come snack o ingrediente di preparati per biscotti, barrette proteiche e pasta. a scriverlo è l’Efsa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare. Dopo il suo parere positivo, ci saranno sette mesi di tempo per una proposta di autorizzazione da parte della Commissione Ue, mentre l'immissione sul mercato dovrà poi essere votata dai Paesi membri.
La richiesta di autorizzazione al commercio è stata presentata da un'azienda francese. Efsa ha analizzato il profilo tossicologico, il potenziale rischio di allergie, nonché il processo di allevamento e trasformazione. Attualmente l'Efsa sta valutando 10 domande sugli insetti come alimenti: si va dai grilli alle cavallette essiccate, intere o macinate, fino alle larve come quelle delle tarme della farina, che hanno appena ricevuto l'ok.
Cosa ne pensano gli italiani? La maggioranza, secondo un sondaggio della Coldiretti, considera gli insetti estranei alla cultura alimentare nazionale e non porterebbe mai a tavola la larva gialla della farina essiccata termicamente, intera o sotto forma di farina, per la quale il gruppo di esperti Efsa ha dato parere positivo per il consumo umano. Secondo gli esperti, il suo consumo non risulta svantaggioso dal punto di vista nutrizionale e non pone problemi di sicurezza alimentare «anche se - sottolinea Coldiretti - questa larva potrebbe indurre sensibilizzazione e reazioni allergiche alle proteine dell'insetto e può causare reazioni allergiche in soggetti con allergia ai crostacei e agli acari della polvere».

da Sole24Ore.it, 13/1/2021