La possibile svolta nella guerra al coronavirus arriva da capperi, cipolla e radicchio

Una risposta "inaspettata" al SARS-CoV-2 potrebbe venire da alcuni vegetali comuni come capperi, cipolla rossa e radicchio.
Una nuova scoperta dimostra che la quercetina, una molecola di origine naturale, funziona da inibitore specifico per SARS-CoV-2. Questa molecola ha un effetto destabilizzante su 3CLpro, una delle principali proteine del virus, fondamentale per il suo sviluppo e il cui blocco dell'attività enzimatica risulta letale per SARS-CoV-2.
Il risultato è frutto del lavoro di ricerca condotto da Bruno Rizzuti dell'Istituto di nanotecnologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Nanotec) di Cosenza con un gruppo di ricercatori di Saragoza e Madrid ed è stato pubblicato sulla rivista International journal of biological macromolecules."Le simulazioni al calcolatore hanno dimostrato che la quercetina si lega esattamente nel sito attivo della proteina 3CLpro, impedendole di svolgere correttamente la sua funzione", afferma Rizzuti, autore della parte computazionale dello studio.

da: https://www.today.it/salute/coronavirus-cura-quercetina.html