Il Parlamento Europeo riconosce i “diritti delle api”

Al Parlamento Europeo è stata approvata un'importante risoluzione per il futuro di api e dell'apicoltura in Europa, che riconosce ufficialmente che "l'apicoltura fornisce un servizio pubblico di valore ambientale e di valore strategico per la società, è un modello di produzione sostenibile nel contesto rurale, pregevole esempio di occupazione verde per la conservazione della biodiversità e dell'equilibrio ecologico".
Nella risoluzione non manca il grido di allarme per la moria dovuta ad "una sinergia di fattori: le malattie delle api, l'indebolimento del loro sistema immunitario, il cambio climatico, le modificazioni d'uso del suolo e l'aumento delle monocolture che determinano mancanza di risorse mellifere per le api, nonché l'uso di prodotti fitosanitari e tecniche agricole non sostenibili".
"Il dibattito che si è svolto nei giorni scorsi al Parlamento Europeo - commenta Cinzia Scaffidi, direttrice Centro Studi Slow Food - ha chiaramente dimostrato che il livello di sensibilità, competenza e consapevolezza riguardo al ruolo e alla situazione delle api è molto alto tra i politici europei e questo non può che farci piacere".
 
Da Greenplanet.net del 25 novembre 2010