terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

03 ottobre 2018

top_colonna1

Stampa

Insetto contro la cimice asiatica: esiste, ma non si può utilizzare

Contro la cimice asiatica ci sarebbe già un rimedio di lotta biologica mediante insetti utili; purtroppo si tratta di una specie non autoctona in Italia, quindi va prima risolto il nodo del divieto di introdurre in natura specie o popolazioni non stanziali. E' il concetto espresso dal sottosegretario all'agricoltura Alessandra Pesce in occasione di un'interrogazione sollevata nei giorni scorsi.
Il sottosegretario ha spiegato che "nell'ambito del Progetto Nazionale ASPROPI, è stato individuato un Imenottero (Ooencyrtus telenomicida) parassita delle uova della cimice marmorata, che può essere allevato in biofabbriche e che già ha dimostrato, in ambiente controllato, di poter parassitizzare efficacemente le uova della Cimice marmorata".
Considerando tuttavia che l'insetto utile non potrà essere disponibile a breve, il Ministero è corso ai ripari rilasciando l'autorizzazione per alcune molecole. Nel dettaglio, sono state rilasciate dal Ministero della Salute autorizzazioni definitive per quattro principi attivi (Etofenprox, Fosmet, Lambdacialotrina e Clorpirifos metile) di comprovata efficacia per trattare e prevenire le infestazioni del parassita su ciliegio, susino, melo, albicocco, actinidia, pero, pesco, cotogno, nespolo.

da: Freshplaza.it, 26/9/2018


inter_colonna1
Share |
inter_colonna1
top_colonna3
5xmille

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits