terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

02 maggio 2018

top_colonna1

Stampa

Obbligo di indicare in etichetta il produttore e/o il confezionatore degli alimenti

Per tutelare i consumatori oggi devono essere loro assicurati da informazioni che consentano di scegliere anche la qualità che preferiscono. Le nostre imprese agroalimentari sapranno cogliere questa opportunità andando incontro alle esigenze dei consumatori sempre più attenti.
In caso di mancato rispetto dell’obbligo, l’operatore che non indicherà in etichetta lo stabilimento di produzione o di confezionamento sarà sottoposto a una sanzione pecuniaria che varia da 2.000 a 15.000 euro. Sono previste sanzioni anche per il caso in cui l’impresa che disponga di più stabilimenti non evidenzi quello effettivo mediante punzonatura o altro segno e sanzione da 1.000 a 8.000 euro se non vengono rispettate le modalità di presentazione.
La legge di delega affida la competenza per il controllo del rispetto della norma e l’applicazione delle eventuali sanzioni all’Ispettorato repressione frodi.

da Ufficio Stampa MiPAAF, 5/4/2018

inter_colonna1
Share |
inter_colonna1
top_colonna3
5xmille

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits