terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

21 febbraio 2018

top_colonna1

Stampa

THE SHORT NEWS

CRESCONO IMPORT ED EXPORT ALIMENTARI
L'istituto nazionale di statistica comunica che, su base annua, i prodotti alimentari hanno fatto rilevare un aumento del 3,1% delle esportazioni e un calo del 4,7% delle importazioni nel 2017. Complessivamente, rispetto al 2016, sono in crescita sia le esportazioni, 7,4%, sia le importazioni, 9,0%", che "contribuiscono in misura rilevante all'incremento dell'export".

Da Agrapress n.976 del 15 febbraio 2018



AUMENTA IL NUMERO DEGLI AGRICOLTORI SUICIDI

Da qualche tempo il settore agricolo vive in crisi non facili e incomprese (avversità climatiche, aumento dei costi di produzione, calo dei redditi, condizionamenti politici e burocratici Europei, statali, regionali, comunali, ecc …) e la prostrazione ha conquistato le campagne.
In Francia si suicida un agricoltore ogni 2 giorni con un tasso superiore dal 20 al 30% rispetto al resto della popolazione.
Secondo uno studio, riguardante gli anni dal 2007 al 2011 e pubblicato nel 2016 dalla Santé publique de France e dall’MSA, quasi 300 agricoltori si sono suicidati nel 2010 e 2011. Tuttavia, secondo l’opinione degli autori, il fenomeno è sottostimato perché spesso i medici hanno difficoltà a determinare se la causa del decesso è intenzionale o accidentale. Altre fonti propongono una stima di 732 morti per il solo 2016.
Secondo lo stesso studio, più di 8 casi di suicidi su 10 riguardano uomini e i 2/3 degli agricoltori morti per suicido hanno tra i 45 e i 65 anni.

Da Rassegna stampa estera Agrapress n. 1238 del 5 febbraio 2018

Sarebbe importante che le istituzioni preposte alla raccolta di dati statistici verificassero se le osservazioni francesi sussistano anche in Italia e in quale misura possano essere mescolate o confuse con le tragedie sul lavoro e con i disastri provocati da comportamenti non rispettosi delle regole civili.


ETICHETTATURA: CON OBBLIGO DI INDICARE LE ORIGINI DEI PRODOTTI
L'obbligo di indicar l'origine della materia prima sulle etichette di riso e pasta è una buona notizia per produttori agricoli e consumatori. Il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda, dopo l'entrata in vigore dei Decreti interministeriali firmati insieme al ministro delle politiche agricole Maurizio Martina, ha dichiarato che "l'industria italiana deve garantire qualità e trasparenza per mantenere la competitività del “Made in italy”.

Da Agrapress n. 44, del 13 febbraio 2018


LIBERTA’ AGLI AGRICOLTORI

La Confederazione italiana liberi agricoltori, mercoledì 14 febbraio, ha organizzato a Roma, davanti al Ministero per le politiche agricole, una giornata di presidio che si è voluto chiamare “non sulle nostre spalle”, per una mobilitazione contro la crisi, la dignità del lavoro agricolo, il diritto alla libertà di essere agricoltori. Le principali rivendicazioni riguardano la riforma dell'uso del denaro pubblico per strumenti agricoli, regole sui supporti economici efficaci e trasparenti, la riforma di Agea e di Ismea, la sicurezza del suolo e l'accesso alla terra, la revisione delle strategie di politica agricola europea per capovolgere il processo di marginalizzazione della nostra agricoltura. Si richiede una riforma che rispetti la libertà e si fondi sui principi dell'autonomia nella gestione democratica delle attività agricole".

Da Agrapress n.911 del 13 febbraio 2018


inter_colonna1
Share |
inter_colonna1
top_colonna3
5xmille

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits