terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

17 gennaio 2018

top_colonna1

Stampa

THE SHORT NEWS


La “NDRANGHETA” infiltrata nel commercio vinicolo e alimentare

I carabinieri del ROS hanno concluso una maxi operazione che ha portato all'arresto di 169 persone affiliate e favoreggiatori della 'Ndrangheta’ in Italia e in Germania, sequestrando beni per un valore di oltre 50 milioni di euro, ritenuti riconducibili alla cosca Farao-Marincola. Le indagini hanno ricostruito uno scenario di "pervasiva infiltrazione mafiosa" in diversi settori economico-imprenditoriali, tra i quali figurano anche il commercio di prodotti vinicoli e alimentari.

Da Agrapress n. 73, del 9 gennaio 2018


Necessita un cambiamento culturale della PAC per consentire ai produttori agricoli di coltivare

Il commissario all’Agricoltura dell’Unione Europea, Phil Hogan, ha dichiarato che deve avvenire un cambiamento culturale per aiutare i produttori agricoli a sopravvivere e a non preoccuparsi per le loro entrate, anche nel caso in cui commettano un errore.
Sul futuro della PAC, Hogan ha sottolineato come, ad oggi, la PAC sia stata basata su regole e sanzioni. “Circa il 46% dei redditi agricoli, per molti produttori, proviene dall’Unione Europea. Se però commettono un errore, entrano nel panico per le loro entrate.
È necessario un cambiamento culturale per consentire ai produttori agricoli di poter sopravvivere con il sostegno necessario per poter continuare a fornire lavoro e beni essenziali.
Il Commissario ha dichiarato “ non è accettabile che solo il 6% dei produttori agricoli dell’Unione Europea abbia meno di 35 anni”.
Alla luce dei risultati registrati negli ultimi 50 anni, in termini di posti di lavoro, beni
pubblici e cibo – vale la pena proseguire con la PAC. Ma i produttori agricoli vogliono
vedere una politica più mirata, semplice e decisamente meno complessa.

Rassegna della stampa estera n. 1229 – Agrapress, 7/12/2017


Involucro alimentare uccide batteri nocivi

Ricercatori canadesi hanno sviluppato un involucro adatto agli alimenti perchè contiene virus in grado di uccidere i batteri che causano contaminazione alimentare.
Lo studio è stato pubblicato su ACS Biomaterials Science & Engineering lo scorso 8 novembre. Il prodotto potrebbe essere utilizzato nell'imballaggio alimentare e nell'industria del trasformato per prevenire malattie di origine alimentare. I virus o batteriofagi (anche noti come fagi) all'interno dell'involucro alimentare possono mantenersi stabili fino a 3 mesi. Operano specificamente eliminando singoli ceppi di germi, a differenza degli antibiotici, che eliminano tutti i batteri.

Fonte: www.channelnewsasia.com
Data di pubblicazione: 06/12/2017 su Freshplaza.it



Da HORIZON 2020 1 miliardo di euro per agricoltura e sviluppo rurale

La DG-Agri rende noto che: “Il programma quadro dell’Unione Europea per la ricerca e l’innovazione “Horizon 2020” prevede un investimento di circa un miliardo di euro per l’innovazione in agricoltura e in alimentazione per lo sviluppo rurale”. L’obiettivo, aggiunge la DG-Agri, è rendere l’agricoltura più sana e diversificata e le aree rurali luoghi migliori in cui vivere e lavorare”, forse ormai irreversibili rispetto alle aree agricole che erano compari a quelle che la UE volle creare e distinguere secondo modelli non nostri e talvolta contradditori fra loro e lontani dai principi cercati.
I fondi saranno disponibili per progetti di ricerca e innovazione, che dovranno contribuire alla protezione dell’ecosistema, alla coltivazione dei suoli, alla valorizzazione delle risorse genetiche e all’adattamento ai cambiamenti climatici

Da Agrapress n. 6785, 31/10/ 2017


inter_colonna1
Share |
inter_colonna1
top_colonna3
5xmille

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits