terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

13 maggio 2015

top_colonna1

Stampa

Il Maggio dei Libri: Henri Louis Duhamel du Monceau e il suo "Traité complet des Bois & des Forêts"

di Luciana Bigliazzi e Lucia Bigliazzi

“Come recita il celebre Duhamel”, “Come scrive il Duhamel”, “Secondo quanto detto da Duhamel du Monceau”: frasi ricorrenti nei trattati di agronomia e selvicoltura del Settecento e del primo Ottocento.
I suoi numerosi scritti rappresentarono per gli eruditi ed uomini di scienza di quel tempo fonte imprescindibile per i loro studi e le loro opere.
Ubaldo Montelatici (fondatore dell’Accademia dei Georgofili) nel suo Ragionamento sopra i mezzi più necessarj per far rifiorire l’agricoltura (1752) lo annoverava fra i “Maestri dell’Agricoltura”.

Sicuramente il Traité complet des Bois & des Forêts rappresenta l’opera più complessa ed articolata realizzata dal Duhamel il quale curò fino al dettaglio l’edizione dei cinque voluminosi trattati con cui egli intese sviluppare ed approfondire i suoi studi sugli alberi, i boschi e le foreste.
I volumi molto accurati nella loro realizzazione tipografica sono tutti corredati da raffinate incisioni che li rendono ancor oggi oggetto ambito di biliografi e collezionisti, nonché fonte storica di riferimento per gli studiosi.

In occasione della campagna Il Maggio dei Libri 2015, l’Accademia dei Georgofili ha inteso offrire uno studio storico-bibliografico su tale opera.
http://www.georgofili.it/detail.asp?idn=1483

Buona lettura! 

E che essa susciti curiosità,  voglia di approfondire e divenga infine parte della nostra storia
 (“Qui ci siamo tutti, Montag: Aristofane, il Mahatma Gandhi, Gautama Budda, e Confucio, Thomas Love Peacok, Thomas Jefferson, Lincoln, se permetti. Siamo anche Matteo, Marco, Luca, Giovanni. Tutti intorno risero sommessamente. “Impossibile” disse Montag. “Oh, possibilissimo, anzi!” rispose Granger con un sorriso. “Perché anche noi siamo dei bruciatori di libri. Leggevamo i libri e poi li bruciavamo, per paura che ce li trovassero in casa … Meglio tenersi tutto quanto in testa, dove nessuno può venire a vedere o sospettare nulla! Noi siamo tutti pezzi e bocconi di storia, letteratura, codice internazionale, Byron, Tom Paine, Machiavelli o Gesù Cristo, ecco tutto” – R. Bradbury, Fahrenheit 451




inter_colonna1
Share |

bottone_invia

Commenti

inter_colonna1
top_colonna3
box_cerca bottom_titolo_box_p bottone_cerca
box_partners bottom_titolo_box_p
  • coltura e cultura
  • agricultura.it
  • agronotizie
  • almanacco delle scienza
  • fresh plaza
  • stilenaturale.com
  • teatro_naturale
  • fertirrigazione
  • il floricultore
  • aset toscana

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits