terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

28 maggio 2014

top_colonna1

Stampa

Il sole e i danni causati alle piante

di Francesco Ferrini

Le bruciature fogliare, un problema da considerare. Questo tipo di danno è molto frequente in alberi messi a dimora dopo aver trascorso diversi anni nel vivaio, dove la densità di impianto è molto alta, lo stelo non viene colpito direttamente dalla radiazione solare e le radici già sviluppate. A causa del cambiamento climatico, inoltre, la temperatura diurna sta diventando più alta, il che significa che nel lato sud-ovest gli alberi, la temperatura può raggiungere più facilmente la soglia dopo la quale il colpo di sole diventa più facile, soprattutto nelle specie più sensibili.
Possono essere colpite tutte le parti delle piante fuori terra, tra foglie (in particolare su cultivar variegate) cortecce , fiori e frutti . In alcune specie, si sviluppano sulle foglie delle aree gialle, che poi diventano marroni come "bruciate". In molte specie le superfici bruciate dal sole spesso appaiono come smaltate, virando successivamente al bruno argenteo o rossastro.
I giovani alberi e arbusti hanno corteccia sottile e non possono tollerare il sole caldo subito, soprattutto se non ricevono un'adeguata irrigazione. Gli alberi diventano più resistenti alle scottature solari con l'invecchiamento e sviluppano una corteccia più spessa e che può proteggere il tronco dalla radiazione solare diretta. Tuttavia, anche i vecchi alberi possono essere danneggiati se i rami interni sono esposti al sole caldo dopo potature pesanti, soprattutto durante i caldi mesi estivi. Esempi di specie sensibili sono quelli con corteccia sottile come alcuni aceri, salici, gleditsia, sorbus, ippocastani e ciliegi.

L'irradiazione del tronco in autunno e inverno. Come riportato dal "Missouri Extension Service", sunscald è una forma di lesione al tronco di molti alberi di paesaggio. Spesso chiamato lesioni sud-ovest , di solito si verifica sul lato sud-ovest di giovani alberi . Mentre il sole splende sul tronco d'albero, le cellule di un albero in dormienza diventano attive . Quando tramonta il sole e le temperature diventano più fredde , le cellule attive vengono uccise. Questa lesione può apparire incassata e scolorita, simile a scottature. Entro la primavera, la corteccia può rompersi e cadere nelle aree lungo il tronco. Tessuto morto viene trovato sotto la corteccia rotta e spesso funghi come, per esempio, del genere Schizophyllum possono essere presenti sui tessuti morti. Questo fungo provoca un marciume bianco dell' alburno e produce corpi fruttiferi annuali che sono dal bianco al marrone chiaro con la giovane età e virano al bruno con il tempo.  Il fungo colonizza alberi stressati dal calore, colpi di sole, siccità o grandi ferite. Essa si verifica in genere dopo il taglio e la potatura di legno e su parti morte di alberi viventi. 
Per evitare l'effetto "sunscald", i tronchi degli alberi sensibili possono essere coperte con appositi tessuti. Questa viene messa in in autunno e deve essere rimosso a marzo per evitare danni da insetti. Fino a quando gli alberi sono giovani, possono avere bisogno di essere avvolti nel periodo invernale. L'attenzione deve essere data anche alla presenza di insetti e qualsiasi porzione di corteccia non saldata al tronco dell'albero dovrebbe essere rimossa con attenzione .
Un altro prodotto che può essere utilizzato sul tronco dell'albero è la vernice. La vernice bianca di lattice è spesso usata nei frutteti per aiutare a prevenire scissione e fessurazioni su alberi da frutto. La vernice aiuterà riflettere la luce e il calore dal tronco, ma per motivi estetici questo sistema non è ampiamente utilizzato.

Fonte: www.aboutplants.eu

inter_colonna1
Share |

bottone_invia

Commenti

claudia rossetto - inserito il 04/06/2014

Molto interessante

inter_colonna1
top_colonna3
box_cerca bottom_titolo_box_p bottone_cerca
box_partners bottom_titolo_box_p
  • coltura e cultura
  • agricultura.it
  • agronotizie
  • almanacco delle scienza
  • fresh plaza
  • stilenaturale.com
  • teatro_naturale
  • fertirrigazione
  • il floricultore
  • aset toscana

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits