terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

03 luglio 2013

top_colonna1

Stampa

Un’erba ibrida riduce l’impatto delle inondazioni

Un team di ricercatori britannici ha creato un nuovo cultivar di erba, che potrebbe aiutare a ridurre l’impatto negativo delle inondazioni. La sua rapida crescita e le radici ben sviluppate fanno si che più umidità venga conservata all’interno del suolo, piuttosto che scorrere verso i fiumi. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Scientific Reports. La nuova erba è un ibrido di lilium perenne – che è ampiamente piantata dagli agricoltori per il pascolo del bestiame – e prato festuca, che è resistente ai cambiamenti ambientali. 
In un periodo di due anni presso Rothamsted research in North Devon, i ricercatori hanno scoperto che l’erba ibrida ha ridotto il spreco del 51% rispetto a lilium perenne e del 43% rispetto al prato festuca. “Pensiamo che ciò sia dovuto ai cambiamenti nella struttura del suolo che l’erba ha portato”, ha spiegato il Dott. Macleod. “Durante l’esperimento che è durato due anni, abbiamo notato che la struttura del suolo è cambiata a seguito di umidificazione ed essicazione del suolo in terreni ricchi di argilla. Questo aumenta la quantità dello stoccaggio di acqua”. 
Questa erba aiuterebbe a ridurre il volume di scolo dai prati da pascolo in aree a rischio di inondazione dei sistemi fluviali.

Da Agricultura.it, 14/06/2013

inter_colonna1
Share |
inter_colonna1
top_colonna3
box_cerca bottom_titolo_box_p bottone_cerca
box_partners bottom_titolo_box_p
  • coltura e cultura
  • agricultura.it
  • agronotizie
  • almanacco delle scienza
  • fresh plaza
  • stilenaturale.com
  • teatro_naturale
  • fertirrigazione
  • il floricultore
  • aset toscana

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits