terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

06 febbraio 2013

top_colonna1

Stampa

Gli ortaggi del futuro: i risultati della ricerca orticola israeliana

In occasione degli Arava Open Day, importante manifestazione agricola vicino a Moshav Hatzeva (Israele), svoltasi il 30 e 31 gennaio 2013, gli scienziati locali hanno presentato alcune innovazioni nel settore orticolo, come pomodori e peperoni neri, melanzane bianche o gialle senza semi, fagiolini viola, mini angurie sospese, nuove varietà di peperoncino.
Lo scopo di queste nuove varietà, dotate di un aspetto così insolito e ad alto valore nutrizionale, è quello di permettere ai coltivatori di poter competere meglio sul mercato globale mano a mano che la tendenza salutistica globale diventa più forte. La buona notizia è che questi nuovi ortofrutticoli vengono richiesti da chef di ristoranti e da mercati di nicchia - come il Mercato degli Agricoltori di Tel Aviv presso il porto di Tel Aviv e i supermercati all'estero. La notizia un po' meno buona è che il loro prezzo è più elevato rispetto alle loro più comuni controparti e dunque scoraggia alcuni acquirenti. 
"Per competere sul mercato globale bisogna innovare in colori e in valore nutritivo," ha riferito Alon Gadiel, direttore presso l'istituto di Ricerca e Sviluppo della zona centrale e settentrionale della Valle di Arava, che ha ospitato la fiera presso la sua Yair Station. "I nuovi prodotti sono più ricchi di antiossidanti e vitamine rispetto ai prodotti esistenti. Hanno un sapore migliore e un aspetto unico, quindi i loro costi e profitti agricoli sono più alti."
Oltre alle novità in campo di varietà orticole, alla fiera di quest'anno sono stati presentati anche diversi sistemi d'irrigazione, comprese alcune soluzioni specifiche per coltivare ortaggi in vaso sui balconi degli appartamenti. La società Autogronom ha presentato un sistema d'irrigazione che utilizza dei sensori per rilevare la quantità di fertilizzante e acqua presente intorno alle radici delle piante. I sensori coordinano, poi, la fertirrigazione della coltura in base alle effettive necessità della pianta.

Da: Freshplaza.it, 4 febbraio 2013
inter_colonna1
Share |

bottone_invia

Commenti

sergio corbino - inserito il 07/02/2013

E' veramente molto interessante.Metterò la notiizia sul mio blog: cucinaamica.blogspot.com Grazie e cordialai saluti

inter_colonna1
top_colonna3
box_cerca bottom_titolo_box_p bottone_cerca
box_partners bottom_titolo_box_p
  • coltura e cultura
  • agricultura.it
  • agronotizie
  • almanacco delle scienza
  • fresh plaza
  • stilenaturale.com
  • teatro_naturale
  • fertirrigazione
  • il floricultore
  • aset toscana

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits