Si continua a consumare preziose superfici di terreno agrario

Da Trieste, il Presidente regionale di Confagricoltura, Claudio Cressati, ha evidenziato che con la ripresa dello sviluppo economico sta crescendo il consumo non recuperabile di suolo agrario coltivato, mentre non si sente più parlare delle Leggi su questa materia che da molto tempo languono in Parlamento. Giunge autorevolmente: “Il timore che con la ripresa dello sviluppo economico il consumo di suolo riprenda a crescere, facendo diminuire la potenziale produttività dell’agricoltura nazionale”.

Da Agrapress, N. 5611 del 13 settembre 2017