Mosca Orientale dannosa per l’ortofrutta

La Regione Campania ha segnalato la presenza della Mosca orientale, parassita della frutta. Il nome scientifico è Bactrocera dorsalis. E’ stata riscontrata in due aree circoscritte della Campania dall'Unità regionale di coordinamento fitosanitario, coordinata con il dipartimento di Agraria dell'Università Federico II, l'Istituto per la Protezione sostenibile delle piante del CNR e il CREA.
Si tratta della prima segnalazione per l'Italia e l'Europa di questo parassita che non ha effetti sulla salute dell'uomo ma danneggia gravemente le colture ortofrutticole. In particolare, sono stati rinvenuti sette individui maschi adulti su due trappole collose e attrattive, installate in due aziende frutticole. La Regione Campania ha notificato immediatamente il caso alla Commissione europea ed agli altri Stati membri.
La Bactrocera dorsalis ha la capacità di diffondersi velocemente grazie al suo elevato potenziale biotico.
Questo parassita è in grado di attaccare un gran numero di colture da alto reddito ed il suo ritrovamento potrebbe rischiare di compromettere le esportazioni di frutta nei mercati internazionali.
Nel corso della seduta del Comitato fitosanitario del Ministero delle Politiche agricole, svoltasi il 10 dicembre scorso, che ha visto la partecipazione della Commissione europea in videoconferenza, è emersa la necessità di approntare un piano d'azione che preveda una delimitazione e difesa delle aree interessate.

da: nota del Servizio Fitosanitario Regione Campania