Mandorle, prodotto più innovativo in Europa

Secondo i dati del rapporto Innova Market Insights’ Global New Product Introductions, nel 2019 le mandorle hanno mantenuto il primo posto in Europa tra la frutta a guscio nell’introduzione di nuovi prodotti per il quinto anno consecutivo.
Le mandorle hanno rappresentato oltre il 40% di tutte le novità con frutta a guscio introdotte nell’area e hanno registrato una crescita a due cifre nello sviluppo di nuovi prodotti (+12 percento) nell’ultimo anno. Un totale di 5.416 nuovi prodotti contenenti mandorle sono stati lanciati in Europa nel 2019 rispetto ai 4.837 del 2018.
Il Vecchio Continente è stato la seconda regione in più rapida crescita per lo sviluppo di nuovi prodotti a base di mandorle dopo l’Asia-Pacifico, ed è stata anche la regione leader per le introduzioni di mandorle per il nono anno consecutivo. Nel 2019, l’Europa ha fatto da apripista con il 44% delle introduzioni globali di mandorle. Quasi il 90% di queste rientrava nelle categorie pasticceria, snack, prodotti da forno, barrette, prodotti lattiero-caseari e cereali. La sorpresa di quest’anno è stata che per la prima volta nella storia del rapporto, i prodotti lattiero-caseari sono apparsi tra le prime cinque categorie per il lancio di nuovi prodotti con mandorle, con 334 novità nel 2019 rispetto ai 214 del 2018. I prodotti lattiero-caseari detengono ora una quota del 7% sul totale delle nuove introduzioni con mandorle in Europa.
Il rapporto mostra che Germania, Francia e Regno Unito sono i principali mercati europei, contando oltre 2.000 nuovi prodotti con mandorle nel 2019, e sono tra i primi cinque paesi a livello globale, accanto a Stati Uniti e India. Regno Unito, Francia e Germania hanno registrato una crescita rispetto all’anno precedente, mentre l’Italia è stata il mercato UE che ha registrato la crescita più significativa, con un aumento del 20% delle introduzioni con mandorle rispetto al 2018. Tra le categorie emergenti, che hanno registrato una crescita in uno o più mercati europei, figurano creme spalmabili, nutrizione sportiva, dessert e gelati e bevande analcoliche.
Il rapporto ha anche rivelato che etichettature con indicazioni sulla salute sono state osservate più frequentemente sulle novità con mandorle rispetto alle introduzioni alimentari totali. Ciò è particolarmente vero nel Regno Unito, con nove dei dieci principali claim sulla salute che appaiono più frequentemente nelle introduzioni con mandorle rispetto alla media globale. “Vegetariano” è stata la prima indicazione sulla salute nel Regno Unito, comparendo sul 45% dei nuovi prodotti con mandorle. Questa è stato seguito da “vegan” (34%), “senza glutine” (34%) e “alto contenuto di fibre” (27%). “Senza glutine” e “biologico” sono presenti nelle prime tre indicazioni sulla salute dei prodotti con mandorle in Francia, Italia e Germania e l’etichettatura “vegan” ha avuto un ruolo importante anche sui prodotti a base di mandorle in Germania e Francia.
I tanti formati di mandorle disponibili le rendono attraenti per i produttori di una vasta gamma di categorie. Con le esigenze e le preferenze dei consumatori che si spostano sempre più verso ingredienti salutari, naturali e a base vegetale, le mandorle offrono agli sviluppatori di prodotti la libertà di esplorare e identificare continuamente ulteriori opportunità di innovazione.

da: Corriere Ortofrutticolo, 25/8/2020