Le nocciole aiutano ad abbassare il colesterolo LDL e a combattere il diabete

Uno studio, condotto presso la Karadeniz Technical University di Trebisonda (Turchia), ha osservato l'effetto dell'assunzione quotidiana di nocciole su 21 soggetti affetti da ipercolesterolemia: dopo 4 settimane è stata riscontrata una riduzione dell'ossidazione del colesterolo LDL e un abbassamento generale dei livelli di infiammazioni. Tali effetti regredivano quando l'assunzione di nocciole veniva nuovamente limitata.
Le nocciole hanno svariati benefici, grazie alla presenza della vitamina E, potente antiossidante alleato nella prevenzione dei tumori. L'elevato contenuto di manganese permette di proteggere le cellule dall'azione dei radicali liberi e incrementare la produzione del collagene.
La presenza di folati le rende un ottimo alleato delle donne di ogni età, ma soprattutto durante la gravidanza e l'allattamento. Potassio e magnesio in esse contenute migliorano la salute cardiaca e lo scambio ideo-salino a livello cellulare, nonché il benessere delle ossa, ma anche delle articolazioni. Fosforo e calcio aiutano ossa, muscoli, denti e sistema immunitario.
I grassi buoni in essi contenuti, in particolare l'acido oleico, permettono di ridurre la resistenza all'insulina anche in soggetti affetti da diabete di tipo 2, ossia un elevato livello di zuccheri nel sangue. La glicemia alta è un'altra delle patologie più diffuse, che spesso deriva da una cattiva alimentazione.
La nocciola risulta quindi un toccasana su più fronti: la quantità consigliata è circa 30 grammi al giorno (circa 25 nocciole) e può essere assunto anche da chi vuole dimagrire grazie al notevole apporto di fibre che favoriscono il senso di sazietà. L'ideale in tal caso è assumerle come spuntino: le calorie apportante per 30 grammi di nocciole sono circa 200 Kcal. 

da: Freshplaza.it, 25/2/2020