La quinoa diventa anche italiana

Potrebbe presto diventare un prodotto “Made in Italy” con il nome di “Quipu” una varietà adattabile alle nostre condizioni climatiche di quinoa, pseudocereale delle Ande.
L’Università di Firenze, che ne ha depositato i diritti presso il Community Plant Variety Office per sfruttarne commercialmente l’utilizzo. La pianta erbacea oggi è sempre più comune sulle nostre tavole per le sue elevate qualità nutraceutiche e perché priva di glutine.
La quinoa è al centro dell’attività di ricerca dal 1999 nel Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari, Ambientali e Forestali (Dagri) che ha il coordinamento del programma “Fao-Una-Peru American and European Test of Quinoa (Chenopodium quinoa)”.
Le prove sperimentali sono state condotte presso il “Centro per il Collaudo ed il Trasferimento dell’Innovazione” di Terre Regionali Toscane, a Cesa, in provincia di Arezzo. “Quipu” è caratterizzata da un ciclo precoce e da una buona tolleranza alla siccità.



da: Corriere Ortofrutticolo, 19/3/2019