In Francia il consumo di frutta e ortaggi supera quello della carne


Un tempo le classi più agiate si distinguevano perché mangiavano più carne, adesso è il contrario. Frutta e ortaggi sono diventati marcatori importanti di differenziazione sociale. I consumi di carne sono costantemente in calo, di circa l'1,2% l'anno da un decennio soprattutto per la carne rossa, anche se complessivamente l'81% dei francesi, nonostante i vari scandali, ne conserva una buona o ottima immagine. Peraltro, tra i maggiori consumatori, ci sono i giovani compresi nella fascia tra i 18 e i 24 anni.


Da “Le Figaro”, in Agrapress-  Rassegna della stampa estera n. 1286, 7/3/2019