Falsi vini Made in Italy autorizzati dalla UE

Al recente Vinitaly, dove è stato allestito uno spazio dedicato alle innovazioni nel settore vitivinicolo ma anche ai pericoli in agguato con gli accordi internazionali. Le ultime novità del vino create dall'ingegno delle aziende agricole e dei vitigni “autoctoni” che stanno conquistando sempre più spazio sulle tavole degli italiani. A preoccupare i viticoltori sono anche i trattati internazionali firmati dalla UE, che rischiano di legalizzare le imitazioni di centinaia di vini Made in Italy, a partire dal pregiato Amarone.
Non è ritenuto accettabile che il settore agroalimentare sia trattato dall'Unione europea come merce di scambio negli accordi internazionali senza alcuna considerazione del pesante impatto che ciò comporta sul piano economico, occupazionale e ambientale. Il Presidente della Coldiretti ha segnalato il rischio di “svendere l'identità dei territori e quel patrimonio di storia, cultura e lavoro conservato nel tempo da generazioni di agricoltori".

da Agrapress, 16/4/2018