Allarme di Catania: “Negli ultimi 30 anni sono stati persi 5 milioni di ettari agricoli su un totale nazionale di 30 milioni”

Il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Mario Catania, intervenendo alla Assemblea A.N.B.I. (Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni), che si è svolta a Roma lo scorso 11 luglio, si è dichiarato estremamente preoccupato a riguardo del consumo di suolo agricolo in Italia, pari a circa 100 ettari ogni giorno.  “Si tratta di pura follia, se teniamo a mente che siamo all’80% dell’auto-approvvigionamento alimentare e andando di questo passo rischiamo di bruciare economia, sviluppo e lavoro. Guardo con ottimismo al fatto che, nelle ultime complicate settimane di incertezze e sfide, sta maturando la consapevolezza collettiva che il modello di sviluppo finora adottato non risponde alle esigenze del nostro Paese. Oggi spendiamo più per il risanamento delle zone compromesse che per gli investimenti su prevenzione e sicurezza territoriale. Bisogna voltare pagina. Il PIL  - ha proseguito il Ministro - non è l’unico metro per misurare la qualità della vita. In un nuovo modello di sviluppo agricolo, alimentare e ambientale, non deve cambiare solo la società ma anche, e soprattutto, il sistema delle istituzioni ad iniziare dalla Pubblica Amministrazione. La stratificazione a livello istituzionale è un elemento di inefficienza che crea dinamiche di interdizione per le attività produttive.”

da: Settimanale A.N.B.I. anno XIV, n° 26 (11 luglio 2012)