Al via il marchio "prodotto di montagna"

Il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina, ha presentato a Sondrio il marchio identificativo del regime di qualità "prodotto di montagna". Il logo, realizzato dal Mipaaf, è verde con una montagna stilizzata e potrà essere utilizzato sui prodotti che seguono il disciplinare di qualità stabilito a livello comunitario.
Prosciutti, insaccati, carni, formaggi stagionati, latticini, frutta, legumi e mieli prodotti in aree montuose, potranno dunque fregiarsi del nuovo marchio. Che non è obbligatorio, ma dà rilievo alle produzioni montane, dando ai consumatori la possibilità di riconoscere immediatamente in etichetta la reale provenienza dei prodotti dai territori montani.
L’obiettivo sarebbe soprattutto quello di valorizzare meglio il lavoro dei produttori delle zone montane. Parliamo del 17% del totale delle imprese agricole italiane e di un terzo degli allevamenti.
Molti gli interventi messi in campo negli ultimi anni a supporto dell'economia agricola montana: "come gli aiuti diretti europei passati da 2 a quasi 3 miliardi di euro complessivi fino al 2020.
E’ necessario dare continuità a questo lavoro, perché il futuro delle nostre montagne è una parte importante della nostra identità".

di Monica Rubino in: Repubblica.it, 26/02/2018