Agricoltura e clima: il Parlamento Europeo chiede di sviluppare coltivazioni più resistenti

L’agricoltura europea deve prepararsi alle sfide del futuro per affrontare i cambiamenti climatici, le condizioni meteorologiche avverse e l’incremento del fabbisogno di cibo a livello mondiale. Secondo il Parlamento Europeo, l’UE dovrà fare in modo di mettere a disposizione risorse finanziarie per preservare la biodiversità e per facilitare lo sviluppo di coltivazioni più resistenti e adattabili al cambiamento del clima. Si tratta delle richieste contenute in una risoluzione non legislativa adottata dal Parlamento Europeo il 25 febbraio u.s.
Secondo gli europarlamentari, il settore della coltivazione e della riproduzione delle piante è fondamentale per assicurare un approvvigionamento alimentare stabile in futuro. 
E’ dunque necessario sviluppare nuove coltivazioni di alta qualità, che si adattino meglio alle differenti condizioni ambientali e climatiche e che risultino innocue sia per l’ambiente che per la salute.
Sarebbe inoltre auspicabile dare pieno e libero accesso ai risultati delle ricerche, in modo da facilitare l’operato delle aziende minori.
Infine, sarà fondamentale incoraggiare un incremento degli investimenti nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecniche. La ricerca scientifica indipendente, a parere del Parlamento Europeo, potrebbe essere supportata in modo pubblico, senza dimenticare le possibilità di collaborazione tra governi, industrie e organizzazioni di ricercatori. 
La risoluzione è stata adottata dal Parlamento con 442 voti a favore, 143 contrari e 41 astensioni.

Da: greenbiz.it, 27/02/2014